Girl in a job interview

di Roberta De Cicco Con questo articolo vi proponiamo un approfondimento sulle neuroscienze cognitive applicate alle organizzazioni, un recente campo di indagine accademico, dai risvolti manageriali, che mira a far luce su alcuni problemi esistenti e a sollevare nuovi quesiti che altrimenti rischierebbero di passare nell’ombra (J. Becker e Cropanzano, 2010). “Organizational cognitive neuroscience” (OCN), in italiano le “neuroscienze cognitive delle organizzazioni”, rappresentano lo studio delle neuroscienze cognitive applicate al contesto delle organizzazioni. Le neuroscienze cognitive delle organizzazioni coniugano pertanto le più recenti scoperte sul…Continue Reading “Le Neuroscienze cognitive applicate alle Organizzazioni”

Messaggiare con le app
The Potential for Human-Computer Interaction and Behavioral Science” di Kweku Opoku-Agyemang apparso sulla rivista online Behavioral Scientist sui temi dell’interazione uomo-computer .
L’articolo fa parte dell’edizione speciale “Connected State of Mind”, che esplora l’impatto dell’uso della tecnologia sul nostro comportamento e sulle nostre relazioni. Per l’edizione completa cliccate qui.
Continue Reading "HCI e scienze comportamentali"
Bitcoin

di Pierangelo Rosati, Assistant Professor in Business Analytics presso la DCU Business School

Bitcoin è stata la seconda parola più cercata su Google News a livello mondiale nel 2017, subito dopo l’uragano Irma e prima della sparatoria di Las Vegas. Questo suggerirebbe una generale curiosità riguardo le cosiddette cryptovalute, curiosità che potrebbe essere stata guidata dai media, che rivestono ancora un ruolo importante nella diffusione delle informazioni, o dalla cassa di risonanza che i vari social network offrono a tutti noi. Eppure non sembra essere proprio così. Come comprare Bitcoin” infatti è stata la terza frase più cercata nella categoria “Come fare per…” lasciando pochi dubbi sul fatto che un enorme numero di potenziali investitori vogliano effettivamente entrare a far parte del gioco.

Continue Reading "La storia e i Bias dietro il Bitcoin"
Partire con la valigia e mobilità

di Loreta Cannito e Dario D’Ingiullo

Era il 1981 quando Mick Jones, cantante e chitarrista dei The Clash, scrisse il testo di quello che sarebbe diventato uno dei singoli più rappresentativi della band e della storia della musica. Il titolo del brano, “Should I stay or should I go?”, letteralmente tradotto “Dovrei restare o andare via?” cattura perfettamente la sensazione di dubbio ed incertezza che ciascuno di noi affronta quando è chiamato a compiere una scelta tra diverse alternative, tra possibili scenari futuri della propria vita. Mentre nella canzone dei The Clash l’oggetto della decisione è la fine di una relazione amorosa, nell’articolo di oggi cercheremo di capire quali sono i fattori che spingono un individuo a scegliere di lasciare il luogo di origine per stanziarsi altrove, ovvero cosa causa la mobilità.

Continue Reading "Should I Stay or Should I Go?"
heatmap

di Roberta De Cicco

Ineuromarketing nasce dalla fusione tra due discipline: il marketing le neuroscienze.  
Può essere definito come un nuovo campo di studi che applica le metodiche proprie delle neuroscienze per studiare e le risposte del cervello umano a stimoli di marketing. 
L’obiettivo di questa convergenza tra i due campi del sapere è tentare di offrire una comprensione più profonda delle forze dinamiche, spesso inconsce, che danno forma ai nostri processi decisionali. 

Continue Reading "Cos’è il Neuromarketing"
Ebeneezer Scrooge

Alcuni economisti sembrano proprio odiare il Natale perché sarebbe una ricorrenza che “distrugge il valore”.  Per dirla con le parole di George Lowenstein e Cass Sunstein, pionieri dell’economia comportamentale e della neuroeconomia, distruggere ricchezza in Econolandia è il reato più grande che si possa commettere.
In questo articolo noi invece distruggeremo un po’ del vostro spirito natalizio: vi parleremo dello spirito da “Scrooge di alcuni economisti,  vi spiegheremo perché spesso sbagliamo a scegliere i regali e infine vi diremo perché anche le tanto amate gift card dell’ultimo minuto potrebbero non essere la scelta migliore.

Continue Reading "Scrooge e l’Economia Comportamentale"
Book

La sfida di Gigerenzer: Verso la Risk Literacy

di Serena Iacobucci

Usiamo il termine “alfabetizzati” per indicare quegli individui in grado di leggere e scrivere. Tutti noi, quando sfogliamo un articolo di giornale, i nostri News Feed sui sui social network o le previsioni meteo dall’App del nostro cellulare non esiteremmo un istante prima di definirci “alfabetizzati”.
Ma, nella società moderna, c’è un’alfabetizzazione che fatica a entrare nelle nostre vite ed è, probabilmente, una di quelle che affligge di più la nostra quotidianità e il modo in cui essa si ripercuote sulla collettività: l’alfabetizzazione al rischio.

Continue Reading "La sfida di Gigerenzer"
Nobel Prize Ceremony

PREMIO NOBEL PER L’ECONOMIA – COSA C’È DA SAPERE?

di Loreta Cannito

Ottobre, si sa, è un mese che gli appassionati scienza attendono con impazienza. Anche quest’anno, tra i dubbi e le consuete polemiche, è cominciata la stagione dell’assegnazione dei premi intitolati al compianto Alfred Nobel e attribuiti a coloro che, in diversi campi, si sono distinti “per le conquiste a beneficio dell’umanità”.

Continue Reading "Speciale Premi Nobel"